Jean- Pierre Sinapi - Regista cinematografico

Figlio di Costanzo Sinapi, emigrato da Itri in Francia negli anni quaranta, Jean-Pierre Sinapi è uno dei più bravi registi francesi contemporanei.
Regista anticonformista che guarda ai problemi sociali e sfida le grandi produzioni utilizzando pochissimi mezzi, come ha fatto nel suo ultimo film girato con una videocamera digitale.
E proprio questo film Nazionale 7, prodotto in Francia, dove è stato presentato il 6 dicembre 2000, gli ha fatto avere riconoscimenti nei maggiori festival cinematografici europei( Berlino, San Sebastian, Montecarlo, Londra ecc.) e una nomination ai Cesar in Francia.
Il film è una commedia, liberamente ispirata a fatti realmente accaduti, che si svolge in un centro per handicappati, tra Tolone e Marsiglia, e lungo la Nazionale 7 da cui prende il titolo. E’ la storia di René, cinquantenne, gravemente handicappato a causa di una malattia il cui decadimento lo porterà alla morte, e della giovane Julie, educatrice agli esordi. René chiede alla direzione del centro che lo assiste di potere avere rapporti sessuali prima di morire.Soltanto la giovane assistente sfiderà tutti, rischiando il posto di lavoro, per accompagnarlo da una prostituta lungo la Nazionale 7 permettendogli di soddisfare il suo ultimo desiderio.Il film affronta il problema della frustrazione sessuale ed il sesso è un modo per parlare delle barriere psicologiche difficili da superare.

Ad ispirare il regista è stata la sorella, Julie, che lavora come educatrice specializzata in un centro nei pressi di Tolosa. Il film ha incontrato molte difficoltà nella realizzazione ed è stato poi girato nei pressi di Parigi.Il regista ha dovuto fare un vero e proprio cast anche tra gli handicappati del centro che, in massa, avrebbero voluto partecipare al film. Tutti hanno, però, partecipato alle scene girate durante i pasti o per la festa di Capodanno.

Il titolo originale del film è in inglese Uneasy Riders ed è distribuito dalla Keyfilm. Jean-Pierre Sinapi, oltre alla regia. ha curato anche la sceneggiatura con Anne-Marie Catois. Gli interpetri sono:Nadia Kaci, Olivier Gourmet, Lionel Abelanski e Said Taghmaoui.

Ulteriori informazioni e critiche sul film si possono avere sul sito www.tempimoderni.com e sugli altri seguenti siti in diverse lingue:

in italiano

in inglese

in tedesco

<<back