Breve storia della Madonna della Civita.

La tradizione vuole che l’immagine della Vergine con il Bambino, sia stata dipinta da San Luca, e che approdò sulle coste italiane da Bisanzio dopo essere stata rinchiusa insieme a due monaci in un cassa per sfuggire alla distruzione iconoclasta. Fu ritrovata sulla costa di Messina e portata in una chiesa da dove scomparve. Riapparve sul Monte Civita, a Itri, nel Lazio,adagiata su di albero di leccio ad un pastorello sordomuto che pascolava le mucche il quale fu miracolato. Portata a Gaeta fu nuovamente ritrovata sul Monte Civita e si decise cosi’ di costruire una cappella in quel luogo impervio. Tracce storiche del luogo sacro si ritrovano nel 1174 quando la cappello apparteneva al monastero di Filine, distrutto nel Medioevo.

Furono i benedettini a ricostruire la Chiesa nel 1491 ed al quel periodo risale l’attuale zona più antica del Santuario.Agli inizi del 1800 fu costruito l’interno a tre navate della Chiesa che incorpora nell’altare i resti del leccio ed il quadro da sempre venerato e miracoloso.

Il 20 luglio 1777 il quadro fu incoronato, per la prima volta, con un bolla papale, con grandi festeggiamenti che richiamarono decine di migliaia di fedeli da diverse regioni,dall’Abruzzo, dal Molise, dalla Campania oltre che dal Lazio, giunti a piedi, in molti casi, dopo giorni di cammino.

Il 10 febbraio 1849, il Papa Pio IX, esule a Gaeta si recò a pregare sul Santuario proclamando la Madonna della Civita, “Civitas Dei”, e facendo il voto, una volta rientrato a Roma di proclamare il dogma dell’Immacolata Concezione.

Imponenti furono anche i festeggiamenti del primo centenario dell’Incoronazione nel 1877,qundo fu nuovamente incoronata.Negli ultimi secoli, il quadro è stato portato in paese, dai 650 metri del Santuario di Monte Civita, ogni venticinque anni con particolari celebrazioni nel cinquantenario e nel centenario. Un Pellegrinaggio straordinario, che toccò diversi Paesi della zona come Fondi, Formia e Gaeta avvenne nel 1948 come ringraziamento per lo scampato pericolo dopo i drammatici avvenimenti bellici che avevano portato nella zona distruzione e morte.

Nel 1947, la cura del Santuario fu affidata, all’Ordine di Don Guanella che ne curò la lenta ricostruzione, fra grandi difficoltà economiche. Importanti lavori di restauro della Chiesa e del campanile risalgono al 1952.

Negli ultimi anni la cura del Santuario è affidata ai Padri Passionisti, già presenti ad Itri con uno dei più antichi conventi del paese e che hanno in affidamento anche la Chiesa di Santa Maria Maggiore, centro delle cerimonie del 20,21 e 22 luglio di ogni anno per i festeggiamenti della Madonna della Civita. Nella Chiesa, un una apposita cappella blindata, costruita dopo lunghe vicissitudini, anche giudiziarie,è conservata la statua argentea della Madonna della Civita realizzata, oltre cento anni fa, con il contributo dei cittadini di itri (vedi scheda sulla Associazione Maria SS. della Civita).

Il programma del Festeggiamenti del 2004

Martedi 20 Luglio – inizio Festeggiamenti in onore della patrona di Itri,Maria SS. della Civita-

Ore 9.00: Concelebrazione Eucaristica nella Chiesa di Santa Maria Maggiore presieduta da Don Mario Mancini, con la partecipazione dei parroci e dei sacerdoti nativi di Itri.

Ore10.00: Processione con il Busto Argenteo della Madonna al Comune per ricevere l’omaggio della Città.

Ore21.00-Piazza Incoronazione- CHATTANOOGA in Concerto (omaggio a Renato Carosone).



Mercoledi’ 21 Luglio- Festa di Maria SS. della Civita-
Ore8,30 – Solenne Concelebrazione Eucaristica nella Chiesa di Santa Maria Maggiore presieduta da Padre Antonio Rungi,superiore provinciale dei Padri Passionisti.

Ore 9,30 – Solenne processione per le vie della Città.

Ore12,30- supplica alla Madonna della Civita.

Ore 21.20 –Piazza Incoronazione – Concerto della Grande Orchestra Sinfonica Russa di Ihjevsk (70 elementi) e Coro lirico del Teatro dell’Opera di Craiova (50 elementi con quattro cantanti solisti)- Dirige il Maestro Leonardo Quadrini.



Giovedi’ 22 Luglio: Giornata conclusiva dei Festeggiamenti in onore di Maria SS. della Civita.

Ore 9.00- Solenne concelebrazione Eucaristica presieduta dall’Arcivescovo della Diocesi di gaeta, Mons. Pier Luigi Mazzoni.

Ore 10.00 – Processione con il Busto Argenteo della Madonna al Comune per il saluto della Città.

Ore 19.00- Santa Messa del’Emigrante

Ore22.00 –Piazza Incoronazione – Concerto di Silvia Mezzanotte

Ore 24.00 – via Civita Francese – Spettacolo Pirotecnico

Ore 00.30- Il Busto Argeneo della Madonna della Civita viene ricollocato nella sua Cappella nella Chiesa di Santa Maria Maggiore.


Domenica 25 Luglio - Al Santuario della Madonna della Civita, alle ore 19.00 si celebrerà una Santa Messa per la glorificazione della Serva di Dio ,Luigina Sinapi.

Le foto storiche dei festeggiamenti.

Dal 17 Luglio al 30 agosto verranno esposte al Castello Medioevale, nell'ambito delle Giornate Fotografiche Internazionale, una parte della foto dell'Archivio Milana realizzate durante i festeggiamenti della Madonna della Civita ,dagli anni quaranta ai prini anni sessanta

Le Giornate Fotografiche, rientrano nel programma “Itri sostiene TeleFood, il programma della Fao contro la fame e sono organizzate dagli Enti locali, dall’Associazione Pro Loco e dall’Archivio Milana.

Il Culto della Madonna della Civita nel mondo

Associazione “ Maria SS. della Civita”:i custodi della Madonna.

I Papi che hanno pregato davanti a Maria SS. della Civita

Cartoline storiche edite dal Bazar di Emilia Assaiante dedicate al Santuario della Madonna di Civita dal 1928 al 1946.

Bibliografia sulla Madonna e sul Santuario della Civita

www.santuariodellacivita.it/
Sito ufficiale del Santuario della Madonna della Civita con riferimenti storici, informazioni sulle cerimonie religiose,la possibilità di ascoltae Radio Civita, la radio del Santuario.