Gian Dàuli - Frà Diavolo - Edizioni Aurora, Milano -1934
Si tratta di uno dei libri piu’ documentati su Michele Pezza,detto Frà Diavolo , scritto da un particolare editore-scrittore , nato a Vicenza nel 1884 e morto a Milano nel 1945. Il suo vero nome era Giuseppe Ugo Nolato ed inizio’ come traduttore dei grandi scrittori inglesi.Come editore lanciò scrittori di tutto il mondo ,tra cui Céline e Mann, divenendo poi , a sua volta,romanziere .Con il romanzo “La Rua” ottenne un buon successo internazionale. Nel 1934 esce il suo Frà Diavolo un libro che Gian Dàuli stesso avverte:” toglieraà qualche romantica illusione a coloro che non conoscono Frà Diavolo, se non per averlo sentito cantare da tenore nell’operetta dell’Auber o per averlo veduto agire da brigante-gentiluomo nel film inglese, scherzo comico che nulla ha di comune con il Frà Diavolo della storia….”.

E' un libro molto documentato che analizza le principali fonti storico-letterarie a partire dai tempi di Frà Diavolo, arrivando alla conclusione che fu “certamente brigante”, in una prima parte della sua vita, ma si pose poi al servizio del Re - “e non fu causa buona” ,sottolinea l’autore. Combattè , però, contro “un’invasione straniera”, fu condottiero, stratega di guerra e guerriglia,uomo disinteressato e rispettoso degli impegni presi e, infine, politico.

Di lui l’autore parla come di un “ribelle politico” che ha combattuto ed è morto per “un’idea politica”.

Giuseppe Dall’Ongaro - Frà Diavolo- Istituto Geografico De Agostini- 1985
Il libro è “la narrazione fedele di una vita avventurosa e avvincente”.Cosi’ Giuseppe Dall’Ongaro, innanzitutto giornalista e poi scrittore, spiega al lettore cosa trovera’ nel suo libro. E se la ricerca storica, negli archivi di Napoli,Palermo, Roma, Parigi e Londra, e’ precisa e puntuale, particolarmente significativo è l’impegno dell’autore a presentare il personaggio “immerso negli umori popolari di un’Italia antica impastata di credenze, rituali e miti dai risvolti spettacolari e anche crudeli risalenti ad epoche remote”.Ma oltre all’interesse per un personaggio “estroso” capace di sconvolgere tutti i più accurati calcoli preventivi,per l’autore l’attualita’ di Frà Diavolo viene soprattutto dalla sua strategia militare. Michele Pezza fu ,infatti, in Italia l’inventore della guerriglia, tornata negli ultimi decenni di bruciante attualità.

L’uomo che mise in crisi l’efficiente macchina bellica francese, si “oppose anche allo Stato maggiore Borbonico…mandando all’aria pregiudizi e consuetudini elevati a dogmi dalle accademie militari napoletane”. La modernità di Frà Diavolo - per Giuseppe Dall’Ongaro- viene anche dal suo carattere,” psicologicamente, multiforme e ambiguo”. Spietato , violento e sanguinario , ma anche “con tratti disinteressati di spavalderia e di coraggio, con doti di comando e di fantasia che lo distinsero nettamente dagli altri capimassa del tempo”.

Bargellini Piero- Frà Diavolo - editore Vallecchi, Firenze 1932/1956

E’ sicuramente il romanzo piu’ conosciuto dedicato al personaggio di Frà Diavolo da uno dei grandi scrittori italiani del 1900 e pubblicato da una delle case editrici piu’ popolari la Vallecchi, cosa questa che ne ha permesso un’ampia divulgazione.Successivamente il romanzo e’ stato pubblicato dalla Rusconi Libri e lo si può ancora trovare nelle librerie ed in molte biblioteche. Si tratta della storia che ,per alcuni aspetti, si ricollega alle notizie storiche piu’ attendibili sul personaggio, per altri si confonde con il mito e le leggende popolari.

Molto belle ed originali le xilografie, che arricchiscono il libro, opera del pittore toscano Pietro Parigi. Sono state realizzate con un stile “scheggiato” e sembrano incise con il “coltellaccio” utilizzato dai briganti. Cosa questa che sarebbe stato richiesta,in tono scherzoso, al pittore dallo stesso Piero Bargellini.

Bruto Amante -Frà Diavolo e il suo tempo(1796-1806)- Firenze 1904/ Napoli 1974
Uno dei meriti dell’autore è quello di essere riuscito ,ad un secolo dalla vicende che racconta, a trovare fonti di documentazione di base utili a quanti hanno lavorato successivamente sul personaggio storico. L’autore punta , pero’,secondo numerosi critici ad una eccessiva esaltazione di Frà Diavolo.

Mons. Ernesto Jallonghi - Frà Diavolo nella storia e nell’arte -Città di Castello 1910
Si tratta del primo libro su Frà Diavolo scritto da un autore , nato e vissuto ad Itri, e che ha avuto ,quindi,la possibilita’ di ricostruire attraverso i vecchi del paese gli echi delle vicende di Michele Pezza.L’autore esalta la figura di Fra’ diavolo sfumandone gli aspetti negativi.

Nuovo-New

"Frà Diavolo.L’estetica della guerriglia"

E' il titolo del libro di Simone Greco, con illustrazioni di Francesco Gabuggino, pubblicato dall'editore Francesco Bevivino di Milano (128 pagine, 10 euro).Il volume affronta il delicato tema di Michele Pezza "inventore" della guerriglia in Italia. La guerriglia, quella vera, secondo l'autore,non è una posizione ideologica. "Non si fa con le parole, né perde tempo a giudicare dove stiano gli utili personali, i rischi, le precauzioni. La guerriglia è uno stato di fatto, una necessità per chi la attua.Viene condotta sul campo, e solo lì può riven-dicare il suo diritto d’esistenza. E la guerriglia,parola tornata oggi così di moda, l’ha inventata Frà Diavolo-come hanno sostenuto diversi autori- perlomeno qui, in Italia".
"Vissuto tra la fine del ’700 e l’inizio dell’800, giustiziato per impiccagione a Napoli a soli 35 anni, Frà Diavolo attraversò la storia italiana di quegli anni seminando terrore e ammirazione.Brigante sanguinario prima, membro dell’esercito borbonico poi. Capo di ribelli e bande contadine fece della guerriglia il suo mestiere, con una spregiudicatezza e un’autonomia che ancora oggi destano curiosità e ricerche. Frà Diavolo fu, soprattutto, un personaggio ambivalente tanto da sembrare un moderno a tutti gli effetti. Capace d’azioni generose, efferate, spavalde.Un uomo d’oggi, alla fin fine".

'L'autore: Simone Greco nasce nel 1975 a Genova. Laureatosi in Psicologia presso l’Università di Padova, incomincia a lavorare come operatore video. Ha scritto sceneggiature per corto e medio metraggi presentati in alcuni dei principali Festival del settore. Pubblica versi presso la rivista “Block Notes” ed è impegnato nella realizzazione di un documentario sulla realtà degli Ecovillaggi in Italia.

Francesco Bevivino Editore srl - Via F. Melzi d’Eril, 26 - 20154 Milano wanted@bevivinoeditore.it

____________________________________________

Altri libri.

Si segnalano altri libri, delle centinaia dedicati,fin dal 1801 quando era ancora in vita, alla figura di Frà Diavolo. Si tratta di testi quasi introvabili, molti sono veri e propri romanzi di fantasia, ma che possono essere utili, per chi ha voglia di cercarli e di leggerli, per capire quanto il mito e la leggenda sul personaggio storico abbiano influenzato gli scrittori di ben due secoli.

-A.Cardini - Les exploit et les amours de Frère Diable, général de l’armée du Cardinal Ruffo - Parigi 1801

-C.Weidlich - Frà Diavolo - Palermo 1830

-A.Agnolucci- Frà Diavolo o i misteri della rivoluzione italiana - Firenze 1880

-M. Mariani - Frà Diavolo - Napoli 1900

-P. Cantucci- Frà Diavolo e il suo tempo- Roma 1903

-E. Provaglio- Frà Diavolo leggendario bandito napoletano -Firenze 1908

-R.Andriot -Frà Diavolo -Parigi 1932

U. Nalato Frà Diavolo -Milano 1934

-A.Franchi - Frà Diavolo - Milano 1945

-F.A. Ferri -Frà Diavolo -Firenze 1948

-M. Marco/ V. Max -Notizie storiche documentate sul brigantaggio nelle province napoletane dai tempi di Frà Diavolo ai giorni nostri 1862- Berisio/Napoli 1965

-M. Grillandi - Frà Diavolo -Milano 1972

Altri documenti.

> Frà Diavolo: dalla letteratura al cinema, passando per l'Opera.

> Frà Diavolo nel mirino degli umoristi