ASSOCIAZIONE CULTURALE TEATRALE - ARTETECA

E’ la più giovane delle associazioni culturali che operano ad Itri e risponde ad esigenze di associazionismo teatrale che, nel dopoguerra, hanno avuto soltanto un paio di precedenti degni di nota.Tra questi la Filodrammatica del maestro elementare Alberto Agresti che, negli anni cinquanta, costitui un’esperienza significativa proponendo testi classici e del teatro comico, coinvolgendo diverse decine di giovani, con spettacoli affollatissimi tenuti anche nel Cinema-Teatro Saranieri.Soltanto dopo molti anni una nuova esperienza teatrale è stata portata avanti da Nicola Maggiarra che ha realizzato alcuni spettacoli partendo da suoi testi originali, uno dei quali ha ricordato il processo a cittadini itrani coinvolti in fatti di violenza nel corso della costruzione della linea ferroviaria Roma-Napoli ed un altro Fra’ Diavolo lo storico e nelle stesso tempo mitico Michele Pezza. Gli spettacoli sono stati messi in scena oltre che ad Itri, anche a Gaeta e Latina.

L’Associazione Arteteca è stata promossa da Pasquale Valentino, regista napoletano che si è appassionato ad Itri ed alla sua storia e stà lavorando sui personaggi storici e sulle tradizioni popolari e religiose. Il primo significativo impegno del gruppo teatrale è stato lo spettacolo “N’angelo chiammato Diavolo”,sulla figura del brigante-eroe Frà Diavolo.Un lavoro interessante nella sua stesura, molto ben riuscito ed anche scenograficamente ben realizzato. L’autore si è sforzato di entrare dentro il personaggio, tra i più amati ed i più odiati della sua epoca. E lo stesso Pasquale Valentino racconta la difficoltà nel capire il perchè Michele Pezza si fosse schierato "per la Monarchia contro la Repubblica,la Conservazione contro la Rivoluzione". Ma l’autore arriva alla stessa conclusione di altri autori, tra cui alcuni francesi, che hanno definito Michele Pezza, soprannominato Frà Diavolo, “ un partigiano”, un uomo che combattè per la difesa della sua terra, della propria famiglia, delle donne di Itri, contro un invasore che, in nome della libertà, aveva portato la guerra e la violenza, aveva saccheggiato e spogliato le Chiese.Il Frà Diavolo di Pasquale Valentino “ ha voglia di giustizia, di amore, solidarietà, spiritualità e…..pace. Si, per il regista ed autore,oltre che interpetre del persaonaggio di Frà Diavolo, Michele Pezza è ” "un uomo di guerra che ama la pace".E lo spettacolo si conclude ricordando gli orrori della guerra, di tutte le guerre. Scritto nel 2001 il testo avrebbe ora bisogno di un finale pieno di nuovi interrogativi alla luce delle ultime vicende internazionali.

Allo spettacolo, andato in scena a Itri e a Sperlonga, ed in alcuni centri del napoletano,hanno partecipato diversi giovani itrani.

L’Associazione Arteteca ha realizzato nel luglio 2002, in occasione del 75 anniversario della seconda incoronazione di Maria SS. Della Civita una rievocazione degli avvenimenti e delle tradizioni legate al culto della Madonna. Ha collaborato nell’estate 2003 ad animare le giornate di inaugurazione del restaurato Castello Comunale,ed ha presentato lo spettacolo su Frà Diavolo nello spazio del Museo del Brigantaggio in occasione della sua inaugurazione. L'Associazione organizza stage teatrali

Nell'estate scorsa, Pasquale Valentino, è stato tra gli organizzatori del programma Itri-Arte 2004,con il patrocinio del Comune di Itri e di altri enti locali, che ha proposto per due settimane al Castello Medioevale concerti e spettacoli teatrali, e l'assegnazione del Premio Frà Diavolo a Gianni Ippoliti

In occasione del Natale 2004. Pasquale Valentino, ha presentato al Castello Medioevale lo spettacolo-progetto "Avviso ai naviganti"-Storie di madonne e povere madonne

Spettacolo "N'Angelo chiammato diavolo"

<< back