Scipione, detto anche l’Africano –regia di Luigi Magni – 1971-
Si tratta una nuova edizione di un film ispirato a Publio Cornelio Scipione detto l’Africano, interpretato da un cast eccezionale: Marcello Mastroianni, Vittorio Gassman, Silvana Mangano, Turi Ferro, Fosco Giochetti , Woody Strode e Ruggero Mastroianni. Il fratello di Marcello curò soprattutto il montaggio del film, ed è poi divenuto uno dei grandi montatori del cinema italiana.Per le musiche un altro grande : Severino Gazzelloni.

Una

Se il film del 1937 era dedicato ad esaltare la politica coloniale del fascimo, quello di Luigi Magni- che ha rivisitato con successo molti eventi storici- è una commedia satirico-popolaresca con riferimenti alla realtà dei nostri giorni. Publio Cornelio Scipione, interpretato da Marcello Mastroianni, viene accusato da Catone il Censore (Vittorio Gassman),di essersi appropriato,insieme al fratello Lucio l’Asiatico, di cinquecento talenti destinati all’erario romano. Scipione l’Africano,gigante fuori dal tempo,deve difendersi da un avversario, Catone, che proprio perchè ne riconosce il suo valore ed i meriti vuole neutralizzarlo immolandolo alla ragion di Stato.

Il film , una coproduzione italo-franco-tedesca ,è stato girato tra veri resti romani e ad Itri sono ambientati diversi esterni con l’utilizzazione di cavalli impegnati in inseguimenti.